Menu

Blog

ritorno ad itaca

ritorno ad itaca

L’uomo osservava quel cielo e lo percepiva diverso. Più denso. Poi, di soppiatto, osservava un campo di un colore forte, allegro, lontano. E abbassava lo sguardo. Aveva le mani in tasca mentre camminava sul sentiero che portava al campo. Non aveva nessuno vicino. Non aveva mani da stringere. Guardava i suoi passi misurati, tardi e […]

Le discese in campo

Le discese in campo

Ritorno ad osservare le stelle dopo due episodi che hanno occluso il mio piccolo orizzonte. Mi hanno lasciato, entrambi per tumore allo stomaco (guarda che coincidenza), due persone a me care che avevano 49 e 56 anni. Trovo tutto questo molto duro e probabilmente ingiusto ma sono cellule impazzite e con quelle cellule dobbiamo fare […]

Gli orchi e le favole

Gli orchi e le favole

Ritorno ad osservare le stelle dopo due episodi che hanno occluso il mio piccolo orizzonte. Mi hanno lasciato, entrambi per tumore allo stomaco (guarda che coincidenza), due persone a me care che avevano 49 e 56 anni. Trovo tutto questo molto duro e probabilmente ingiusto ma sono cellule impazzite e con quelle cellule dobbiamo fare […]

Questione di cellule (a Giovanna Scala, semplicemente)

Questione di cellule (a Giovanna Scala, semplicemente)

Nelle tasche dei vecchi rimangono solo i ricordi. E polvere antica che suscita solo sterile commozione. Non rimangono le parole. Perché non si riescono a coniare. Occhi lucidi che non parlano, minuti e stanchi. Nel mondo dei vecchi l’orizzonte è stare seduti su una panchina e attendere le voci dei nipoti, un cane che arriva […]

ll carcere? Un'azienda modello A Milano i prodotti realizzati dai detenuti

ll carcere? Un’azienda modello A Milano i prodotti realizzati dai detenuti

Con il marchio “galeghiotto” miele, frutta, latte e formaggio biologici verranno venduti attraverso una catena di negozi specializzati. Un progetto che consente a chi ha sbagliato di imparare un mestiere o di acquisire una maggiore professionalità. S ecoli fa chi subiva una condanna penale veniva imbarcato come personale di fatica sui galeoni sulle rotte verso […]

Libri a Buffet: la zona grigia al Greta's di Cagliari

Libri a Buffet: la zona grigia al Greta’s di Cagliari

Mercoledì 16 marzo 2011 A cena con Bandinu o Angioni o altri autori, ogni mercoledì da oggi al 13 aprile. Questa l’iniziativa di “Libri à Buffet…”promossa a Cagliari dall’omonima associazione culturale con la libreria Primalibri. «Vogliamo scalzare il protagonismo dell’autore e creare un simposio, un momento per stare tutti insieme», dice l’attore Carlo Antonio Angioni, […]

la crudeltà delle parole (dedicato a Ciro Bordini)

la crudeltà delle parole (dedicato a Ciro Bordini)

A volte c’è molta crudeltà nelle parole. Perché non si trovano mai quelle giuste, nei momenti in cui vorresti poter dire qualcosa, poter strappare il silenzio intenso e vuoto, potere, per un attimo, urlare senza sentire il suono. Avere davanti una lavagna e non avere il gesso per poter scrivere, essere davanti ad un mare […]

  • bonarcado (Sassari) 25/2/2011
  • bonarcado, biblioteca comunale
  • bonarcado 25/2/2011
  • Bonarcado, biblioteca comunale
  • Bonarcado, biblioteca comunale

presentazione del libro a Bonarcado

Il 25 Febbraio 2011, nella cornice della biblioteca comunale di Bonarcado è stato presentato il libro “La zona grigia”, cronaca di un sequestro di persona, Condagehs edizioni.

Se non ora, quando?

Se non ora, quando?

Ho incontrato Francesca, ha 27 anni e lavora ormai da tempo con Vittorio, suo padre, in libreria. Mi ha subito chiesto in quale piazza avevo deciso di andare, visto che lei sa benissimo che mi divido tra Sassari e Cagliari e comunque non sarei riuscito ad essere ad Alghero, seppure la domenica pomeriggio. Nel parlare […]

La mia maestra

La mia maestra

La mia maestra aveva i capelli buffi. Meglio, a quell’età io li vedevo molto buffi, cotonati con delle punte che si rigiravano su se stesse. Aveva anche un vestito scuro la mia maestra e un sorriso antico. Era molto vecchia. Meglio, a quell’età la vedevo come mia nonna e comunque mia mamma era più giovane […]