Menu

Blog

Quei bimbi prigionieri. In risposta a Roberto Saviano (sardegnablogger, 21/9/2018)

Quei bimbi prigionieri. In risposta a Roberto Saviano (sardegnablogger, 21/9/2018)

Articolo 1 Legge 21 aprile 2011, n.62 che modifica l’articolo 275, comma 4 del codice di procedura civile: “ quando imputati siano donna incinta o madre di prole di età non superiore a sei anni con lei convivente, (…) non può essere disposta né mantenuta la custodia cautelare in carcere, salvo che sussistano esigenze cautelari […]

Il senso della paesitudine. (La Nuova Sardegna, 20 settembre 2018)

Il senso della paesitudine. (La Nuova Sardegna, 20 settembre 2018)

Ci interroghiamo spesso sul senso della vita, su questo mondo elettronico e veloce che non ci regala il tempo per sedersi e meditare. Vorremo passare dei mesi in un monastero, senza cellulari, senza nessun appiglio, senza sentire nessuna notizia. Vorremo dedicare il tempo solo ai pensieri soffici, a “staccare” da un mondo che, tutto sommato […]

La poesia di

La poesia di “quelli che restano” (sardegnablogger, 30 settembre 2018)

Passano le parole con poca musica e, sinceramente  ne sentivamo la necessità quasi fisica di una canzone che non fosse l’ennesimo rap urlato e parlato, sentivamo la necessità di parole che camminassero sull’onda emotiva, quella alta, quella quasi inarrivabile che solo alcuni cantori riescono a produrre. Ci voleva un principe e una regina a raccontare questa […]

Bambini senza sbarre (sardegnablogger, 19 settembre 2018)

Bambini senza sbarre (sardegnablogger, 19 settembre 2018)

Tutti si chiedono, si domandano, provano a spiegare, a cercare il bandolo della matassa e, soprattutto, trovare un colpevole. Perché quella donna ha potuto avere i propri figli in carcere? Per quale motivo in un paese come il nostro ci sono ancora bambini che subiscono la detenzione insieme alla madre? Non si era parlato, una […]

Bambini con troppe sbarre

Bambini con troppe sbarre

Tutti si chiedono, si domandano, provano a spiegare, a cercare il bandolo della matassa e, soprattutto, trovare un colpevole. Perché quella donna ha potuto avere i propri figli in carcere? Per quale motivo in un paese come il nostro ci sono ancora bambini che subiscono la detenzione insieme alla madre? Non si era parlato, una […]

Sulla nostra pelle

Sulla nostra pelle

Avrei voluto non scrivere più su Stefano Cucchi, avrei dovuto lasciar perdere, frapporre tra me e quel fatto il silenzio che merita. Poi ho visto il film “Sulla mia pelle”e son ritornato a quei giorni, a quell’anno assurdo vissuto dalla parte della burocrazia. Perché di questo si tratta: tutto ciò che si vede nel film […]

La bufala sui rom e la nostra cattiveria (La Nuova Sardegna, 4 settembre 2018)

La bufala sui rom e la nostra cattiveria (La Nuova Sardegna, 4 settembre 2018)

Davvero siamo arrivati al punto di non ritorno? Lo chiedo ai sassaresi e ai lettori del quotidiano. Che cosa ci ha costretti ad essere così feroci, così poco disponibili all’ascolto, così esposti all’insulto e a centrifugare qualsiasi notizia senza neppure verificarla e vomitare sul pavimento della discussione tutto il nostro odio, la nostra cattiveria nei […]

Qualcosa di sinistra  - sardegnablogger 3 settembre 2018

Qualcosa di sinistra – sardegnablogger 3 settembre 2018

Di questi tempi basta davvero poco per diventare un leader di una sinistra ormai allo sbando. Non stiamo parlando di Barack Obama che con il suo   elogio funebre ha regalato parole alte e tutte condivisibili. La notizia è un’altra: Ivano Ciccarelli,  58 anni, è diventato famoso per una semplice frase. Siamo a Rocca di Papa, il […]

E vissero felici e selfati - (Sardegnablogger 1 settembre 2018)

E vissero felici e selfati – (Sardegnablogger 1 settembre 2018)

Sarò all’antica, nonostante abbia  una buona frequenza su qualche social,  ma questo evento del matrimonio Ferragni-Fedez non l’ho capito. Non ho capito perché questa ragazza, tutto sommato carina, tutto sommato pulitina, tutto sommato simpatica, tutto sommato normale, abbia 14 milioni di follower, ovvero di persone che la seguono su Instagram e non ho capito perché […]

Anche l'operaio vuole il figlio dottore

Anche l’operaio vuole il figlio dottore

Anche io sono cresciuto in una famiglia che voleva i figli “studiati”. Mio padre, operaio, con occhi densi di sudore, ci teneva a poter dire di avere un figlio “dottore”. Sarà per questo, probabilmente, che dopo la sua morte, avvenuta quando io avevo solo tre anni, che mia madre mi ha “ammaestrato” alla scuola. S’iscola, […]