Menu

Blog

La mia Alghero

La mia Alghero

Il mare raccoglie sempre i pensieri e pasticcia le certezze. Quando sembra tutto sia calmo ecco che, con una lentezza travolgente, produce un’onda trasportatrice di un’acqua vaporosa e vellutata. Quell’onda circoscrive il perimetro delle immagini e mi riporta ad osservare una città accovacciata tra il mare e un lungo promontorio che ricorda la figura di […]

Quei giudici maiuscoli. (La Nuova Sardegna, 25 maggio 2016)

Quei giudici maiuscoli. (La Nuova Sardegna, 25 maggio 2016)

La recente visita della commissione parlamentare antimafia in Sardegna è servita per chiarire alcuni equivoci e porre le basi per piccole certezze: lo Stato – quello con la esse maiuscola -da tempo combatte la mafia attraverso misure legislative forti e decise. Quella del regime penitenziario “duro” sancito dall’articolo 41 bis dell’ordinamento penitenziario è una delle […]

Il giallo della maglietta gialla

Il giallo della maglietta gialla

I simboli e il simbolismo giocano un ruolo quasi determinante in questa società molto liquida: così, la maglietta gialla utilizzata dai volontari del partito democratico ieri a Roma, ha scatenato una serie di invettive, sfottò, a seconda di chi con quel simbolo aveva a che fare. La maglietta gialla era un distintivo per pulire le […]

Il pallone è rotondo, gli uomini no. In ricordo di Oliviero Beha.

Il pallone è rotondo, gli uomini no. In ricordo di Oliviero Beha.

Oliviero Beha mi riporta irrimediabilmente alla mia tarda adolescenza, a quando –  a 23 anni  – tifavo accoratamente la nazionale italiana di calcio che andò a vincere, in Spagna, il suo terzo mondiale. Furono giorni dolcissimi, assolati, vissuti con gli amici in una Alghero colma di bandiere tricolori. La mia R5 amaranto che camminava a […]

Quelli che...il giro in Sardegna... (Sardegnablogger 8.5.2017)

Quelli che…il giro in Sardegna… (Sardegnablogger 8.5.2017)

Ci sono  prese di posizione, modi di dire, convinzioni, pregiudizi che confondo, si miscelano, diventano invettive e, in alcuni casi, punti di vista completamente di parte ma che servono per la causa: dire sempre male di ciò che fanno gli altri nella grande consapevolezza che tanto tutto è sbagliato e niente si può fare. Il […]

Le slot-machine e la legge ipocrita (la Nuova Sardegna 3 maggio 2017)

Le slot-machine e la legge ipocrita (la Nuova Sardegna 3 maggio 2017)

Bisogna essere particolarmente bravi per scrivere delle leggi comprensibili, ma occorre essere dei campioni di retorica per concepire passaggi inarrivabili per menti normali. Mi riferisco all’articolo 110 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza composto da 11 commi, infiniti sotto-commi e modificato nel corso degli anni da una trentina di decreti, leggi e leggine […]

Morire per una partita di calcio.

Morire per una partita di calcio.

La violenza è un vuoto terribile che molti si portano dentro e la utilizzano nei modi peggiori. Così, il 3 maggio del 2014, a Roma, Ciro Esposito, tifoso napoletano di 31 anni,  era a seguito della sua squadra del cuore per la finale di Coppa Italia tra il Napoli e la Fiorentina. I tifosi romanisti, […]

Valentino Parlato: la vita come un manifesto.

Valentino Parlato: la vita come un manifesto.

E’ bello pensare – alla De André –   che dove finiscono le sue dita debba in qualche modo cominciare una penna. Perché Valentino Parlato è stato un grande giornalista, un polemista genuino, un uomo coerente, un comunista che andò contro il comunista Berlinguer e uno che riuscì a stare tutta la vita dalla parte del […]

Il complotto: che passione!

Il complotto: che passione!

Siamo vissuti in tempo di complotti e servizi segreti deviati. Giochetti che – lo abbiamo imparato con il tempo – erano utilizzati dal potere per nascondere, insabbiare, modificare e centrifugare la verità. C’è stato il tempo dello scandalo Sifar, quello della Loocked, del sequestro Moro, della strage di Piazza Fontana e di Bologna. C’è stato […]

Perchè non voterò alle primarie del Pd

Perchè non voterò alle primarie del Pd

Sono andato a votare nei “gazebo” una sola volta e votai per Prodi. Poi il mio disamore è aumentato negli anni e ho deciso di “astenermi” anche perché il partito democratico non è propriamente quello che io, a 18 anni, con il mio primo voto avevo immaginato. Erano elezioni politiche tese quelle cui partecipai la […]