Menu
viaggiare è capire

viaggiare è capire

Nel film “Straziami, ma di baci saziami”, del 1968 con Nino Manfredi e Pamela Tiffin, c’è una frase che mi è rimasta impressa. I due protagonisti Marino, barbiere di Alatri, un comune in provincia di Frosinone e Marisa, una ragazza di Sacrofante Marche, si incontrano a Roma e Marino spera di arrivare dalla Ciociaria alle Marche per rivedere la bella Marisa perché “viaggiare è capire”. Ci penso sempre alla frase ogni volta che prendo un volo per conoscere luoghi nuovi. “Viaggiare è capire”. Scoprire che, da qualche parte, un ragazzo abbandonato dalla sua ragazza aveva prenotato dei biglietti aerei in super sconto per fare il giro del mondo, ma la fine improvvisa della loro storia non gli ha lasciato solo un vuoto improvviso, ma anche una serie di biglietti per viaggiare e capire e scoprire che ha trovato una soluzione piuttosto originale mi ha fatto sorridere. Jordan, ormai solo e con un biglietto per girare il mondo ha pensato bene di mettere un annuncio sul web e di cercare un’omonima della sua ex ragazza a cui cedere questo sogno intorno al mondo. Perchè lo stesso nome? Per il passaporto. La cosa poteva funzionare e, in realtà ha funzionato. L’annuncio, apparso in un sito web ha ricevuto migliaia di e-mail, fra le quali 18 omonime Elizabeth con passaporti canadesi.
Jordan ha dunque scelto una ragazza di 23 anni, studentessa part time che si chiama Elizabeth Quinn Gallagher come la sua ex. Il problema però è che la ragazza è fidanzata e pare abbia dichiarato che “è assolutamente un viaggio platonico. E sarà grande”. Queste storie sono molto “americane” molto lontane dal nostro modo di vedere e di pensare. Per noi “viaggiare è capire” ma non mettiamo in palio un viaggio con uno sconosciuto. L’idea però mi è piaciuta moltissimo. Per la sua leggerezza, per la sua freschezza, per la sua voglia di scoprire il mondo. Una piccola storia dove, magari, qualche americano, prima o poi ci gira un film.

Lascia un commento