Menu
L'isola del teatro 2010

L’isola del teatro 2010

CAGLIARI. Dal 7 fino al 29 agosto torna a Montresta la rassegna di musica, teatro, cinema e altro «L’isola del teatro 2010». Tra gli ospiti di quest’anno il drammaturgo Giuliano Scabia, tra i fondatori del Dams, animatore di esperienze teatrali memorabili e decentrate a partire da quelle con Franco Basaglia a Trieste e affascinante narratore delle proprie opere in prosa e poesia (di scena il 22) a quelle col giornalista iraniano Bijan Zarmandili. E ancora la scrittrice etnologa Alessandra Guigoni, il giornalista e scrittore Ottavio Olita, l’autrice Maruzza Dardanoni, l’architetto-scrittore Sandro Roggio e molti altri, per oltre 60 occasioni di spettacoli teatrali, incontri con autori, laboratori, musica, cinema, letture e giochi, scambi e contaminazioni culturali. Dal Bastione di San Remy ne hanno dato ieri conferma e illustrazione gli organizzatori: Teatro del Sale, Ex libris e l’amministrazione comunale. Non senza qualche difficoltà e con lo spirito del “Resistere” per tre volte ripetuto. «Il contributo regionale, comunicato a metà luglio, sarà di 30 mila euro» spiega Aurora Simeone. La rassegna ne costa circa 70 mila. Si va avanti grazie alla scommessa della municipalità del piccolo paese (500 anime, arrampicato a pochi chilometri da Bosa), «che orgogliosamente fa parte del mondo, anche della cultura», sottolinea il sindaco Antonio Zedda che l’anno scorso ha contato «un totale di 7.000 presenze». Anche perché, aggiunge Nicola Simeone, l’altro ramo della manifestazione, ovvero «L’Isola raccontata» (che parte il 13 agosto con il reading «La zona grigia» di Giampaolo Cassitta), ha ricevuto l’ennesimo schiaffo dalla Regione, che ci ha escluso per un mero errore materiale». Si apre dunque il 7 agosto con lo spettacolo «Respiri sotto la terra», della compagnia «C’è chi c’ha teatro», il 12 va in scena «Dormono tutti sulla collina» (Trento Spettacoli), il 14 «40 anni o poco meno» (Majt Majorana, Teatro dell’Elefante, Teatro del Sale), il 16 «Macchie bizzarre» (Lughenè), il 17 agosto «Atto d’amore» (Pop Opera, Roberto De Sarno), il 22 «Per un teatro della leggerezza», produzione del Festival con Teatro dell’elefante e Teatro del Sale, il 26 agosto «Chisciotte fenicottero» del Cada die, il 27 «Desdemonaperché», anteprima del Teatro del Sale con Aurora Simeone, il 28 e 29, «Nostos ballende, cantende e mandighende: festa a s’antiga», ritorno alle origini della comunità ellenica di Montresta. C’è poi la musica, con i concerti di Moltheni (l’8), che a gennaio ha lasciato «questa musica stupida» e che a Montresta saluterà il pubblico, di Mauvaise reputation (il 15) e di Mario Brai Quintet con jam session di musicisti greci (il 29). Per L’Isola Proiettata, con Cinemambiente di Torino e con Sieff, il 18 agosto Plastic Planet, il 19 Life for sale, Discours d’eau. Numerosi, infine, gli appuntamenti con le mostre (gli acquerelli di Podda) e i laboratori che coinvolgono professionisti, allievi attori e bambini: affidati a Corrado Licheri, Francesco Manetti e Valentina Calandriello, Marco Nateri, Agostino Piano, Ilenia Cilloco, Anthony Fancellu, vanno dallo studio della voce al bozzetto, dalla realizzazione del giocattolo tradizionale al fumetto e al disegno. – Roberta Sanna

Lascia un commento