Menu

Archivio Mensile: settembre 2014

Non esagerare

Non esagerare

Io ho cinquantadue anni e sogni piccoli nel cassetto. Meglio, non ho neppure il cassetto. E, a pensarci bene, neppure sogno più. Anche quello è diventato un costo. Energie da mettere da parte perché non si sa mai. Avevo esordito bene. Ditta import-export del Nord Italia, sezione movimentazioni e logistica. Un diploma da ragioniere negli […]

La bacheca è mia: ampia discussione

La bacheca è mia: ampia discussione

Una volta c’era lo slogan “io sono mia”. Decisamente dirompente e francamente egoistico, ma rappresentava una sacrosanta battaglia di liberalizzazione dell’universo femminile. Vecchie storie e antiche lotte con a fianco anche i vari “compagni” maschilisti. Oggi, invece, c’è un altro slogan coniato da una donna che, probabilmente ritiene il primo ampiamente superato dalla velocità dei […]

i cento passi. Dalle nostre parti.

i cento passi. Dalle nostre parti.

Ho appena finito di rivedere il film “i cento passi” che, questo pomeriggio è passato su Rai 3. L’ho rivisto perché lo ricordavo molto bene e perché il 9 maggio 1978 tutti, me compreso, eravamo con il naso verso Roma, dove le brigate rosse avevano fatto ritrovare, in via Caetani, il corpo di Aldo Moro. […]

Le parole fragili

Le parole fragili

C’è una canzone che mi gira sempre intorno. E’ di Fabrizio De André e dice: “Potevo chiedere come si chiama il vostro cane, il mio è un po’ di tempo che si chiama Libero.” Queste parole sono l’essenza massima della grandezza di un uomo che, completamente ubriaco, in costa smeralda, incazzato con il mondo, scrive […]