Menu

Archivio Annuale: 2014

Il buio del nero

Il buio del nero

Adesso sta solo, all’interno della sua ombra nera senza nessuna stratificazione, nera come la notte nera, nera come il buio in cui si è avvolto l’anima. Seduto su una panchina solitaria tra il nulla e il troppo si agita e prova a ripassare gli occhi di chi lo ha visto per l’ultima volta. Perché di […]

pallone a sbarre dal nostro inviato stabile nel carcere di sassari  germania-portogallo 4-0 diario dei mondiali di calcio (sesta puntata)

pallone a sbarre dal nostro inviato stabile nel carcere di sassari germania-portogallo 4-0 diario dei mondiali di calcio (sesta puntata)

  Oggi in questa galera che sembra un deserto e quando penso a S.Sebastiano mi metto a piangere perchè conoscevo tutto anche i sorighi, abbiamo giocato una partita a calcetto nei passeggi. Sul cemento, che la bagassa loro se cadi finisci subito in infermeria. In ogni caso c’erano due squadre pronte a vincere a tutti […]

Pallone a sbarre. (Dal nostro inviato stabile nel carcere di Buocammino)  ITALIA – INGHILTERRA 2-1- Diario dei mondiali di calcio. Quarta puntata.

Pallone a sbarre. (Dal nostro inviato stabile nel carcere di Buocammino) ITALIA – INGHILTERRA 2-1- Diario dei mondiali di calcio. Quarta puntata.

Io l’ho detto subito che non sono sano. Ma quelli di sardegna blogger, che manco so cosa vuol dire, mi hanno detto scrivi, scrivi. E io devo raccontare di Italia Inghilterra dal carcere di Buoncammino. Siccome sono nato vicino allo stadio di Sant’Elia io di calcio ne capisco. Anche di scippi e droga. Tifo Cagliari, […]

Tifo a sbarre: Olanda-Spagna 5-1 dal nostro inviato stabile in un carcere del veneto

Tifo a sbarre: Olanda-Spagna 5-1 dal nostro inviato stabile in un carcere del veneto

Quelli di Sardegna Blogger mi hanno chiesto di commentare la partita Spagna Olanda. Mi hanno pregato inoltre di spiegare come si vive la partita attimo per attimo dentro la cella di un carcere. Ho detto si. Consapevole di essere uno spergiuro  e quindi di non poter dire mai la verità. Ho attesto che l’Olanda con […]

Ciò che il cuore non dice

Ciò che il cuore non dice

Ho controllato lentamente le parole da mettermi per questa nuova giornata. Non è facile riuscire a trovare le soluzioni per tutti. Ho salutato la famiglia. Forse frettolosamente. Come frettolosamente leggo il giornale. A volte solo i titoli perché certe storie non mi interessano più, le sento lontane, sorpassate, non le sento mie. Ho messo in […]

calcio a sbarre: Brasile-Corazia 3-1 da un inviato stabile in un carcere della sardegna

calcio a sbarre: Brasile-Corazia 3-1 da un inviato stabile in un carcere della sardegna

Ho deciso di tifare Brasile. Mica devo essere sfigato anche nel calcio. IL mio compagno, diciamo d’avventura, tifa i croati, quelli a scacchi, che solo per la maglietta strana manco morto li avrei tifati. Vabbeh, il gusto di perdere il mio compagno ce l’ha. L’hanno preso mentre faveva il palo ad un furto anche facile. […]

Un calcio  colorato

Un calcio colorato

Un giorno mi chiesero: “Ma perché amiamo il calcio, quei giovani viziati che corrono intorno ad un pallone?” La domanda, posta in questi termini, era sbagliata. Il gioco del calcio non si ama solo per questo, ma è anche questo. Potevo rispondere “perché la palla è rotonda” oppure “perché vince sempre la passione” o, ancora, “perché […]

L'economia spicciola di Ziu Antoni

L’economia spicciola di Ziu Antoni

Provo a raccontare una storia: Provo a farlo in maniera semplice anche se, mi rendo conto, è maledettamente complicato. Non voglio addentrarmi in analisi economiche e quantisitiche. Non ne avrei la capacità. Ma Ciù Antoni l’ho conosciuto. Ed è di lui che vi voglio brevemente raccontare. Ciù Antoni (ciù sta, ad Alghero, per zio ed […]

Massimo Troisi: non  ci resta che ricordarti

Massimo Troisi: non ci resta che ricordarti

Ricomincio da tre l’ho visto troppe volte. Ne conosco i passaggi essenziali, le battute fulminee, gli sguardi di Gaetano /Troisi, quel suo napoletano incomprensibile e poeticamente illuminante, le battute, i silenzi, gli spazi fatti di piccole cose, quelle frasi divenuti proverbi, modi di dire: “Massimiliano, troppa libertà. Meglio Ugo, perchè con quel nome il bambino […]

Una pizza sospesa a Oristano.

Una pizza sospesa a Oristano.

  L’aggettivo sospeso restituisce un’idea di precarietà. Come i nostri tempi. Da anche l’idea di una certa “napoletanità” nel senso più verace del termine: “un caffè sospeso” è una sorta di mancia lasciata da qualcuno in un bar, pagata da uno sconosciuto per chi magari quel caffè non si può permettere di pagarlo. Ne parlava […]